Picchiatori a guardia del comizio di Salvini: erano di Forza Nuova

La digos di Cremona ha deferito i due fascisti che hanno preso a calci e pugni un ragazzo che aveva la scritta 'Ama il prossimo tuo'

Salvini a Cremona

Salvini a Cremona

globalist 21 giugno 2019
Nel comizio di Tivoli c'erano i fascisti di CasaPound, che nella cittadina in provincia di Roma erano direttamente nelle liste della Lega.
E adesso si scopre che a 'vigilare' sull'iniziativa dello scorso 3 giugno di Capitan Nutella (che è anche ministro dell'Interno) c'erano alcuni fascisti che  - evidentemente e come mostrano i video - si sono sentiti autorizzati ad aggredire un giovane che civilmente esponeva un cartello di dissenso.
Il ragazzo picchiato e aggredito a un comizio di Salvini a Cremona perché portava un cartello con scritto 'ama il prossimo tuo' è stato ferito da due simpatizzanti di Forza Nuova: lo ha confermato la Digos di Cremona, che ha deferito i due in stato di libertà. 
Il giovane 26enne non solo era stato picchiato ma Salvini dal palco - che poi ha detto di non essersi accorto del pestaggio - lo dileggiava in quanto 'comunista'. 
Il video ha provocato un'ondata di sdegno tra gli antifascisti e nell'opposizione e ha fatto aumentare il livello di allarme su chi effettivamente partecipa a questi comizi.