Legato e costretto a subire un clistere per la festa di 18 anni: due coetanei a processo per stupro

E' successo a Faenza nel maggio dello scorso anno. Il giovane vittima delle violenze ha avuto successivamente bisogno delle cure di uno psicologo

Legato e costretto a subire un clistere per la festa di 18 anni: due coetanei a processo per violenza sessuale

Legato e costretto a subire un clistere per la festa di 18 anni: due coetanei a processo per violenza sessuale

globalist 12 novembre 2018

Uno scherzo davvero pessimo. Durante la festa per il suo diciottesimo compleanno un ragazzo è stato legato e costretto a subire un clistere di lassativo da alcuni 'amici'. Dell'episodio, accaduto a maggio 2017 a Faenza, nel Ravennate, dovranno ora risponderne in tribunale due ragazzi, minorenni all'epoca dei fatti.
A breve ci sarà il processo e la contestazione dei pm minorili di Bologna è violenza sessuale di gruppo aggravata. La vittima, come racconta il Resto del Carlino, quando riuscì a liberarsi si sentì male e presentò denuncia contro i coetanei. Per un terzo giovane, maggiorenne, che prese le distanze dal piano degli altri due, la Procura di Ravenna prima derubricò l'accusa in violenza privata e poi chiese e ottenne l'archiviazione.
Dopo aver subito il clistere il 18enne fu anche costretto ad usare carta igienica cosparsa di peperoncino. Il giovane ha avuto successivamente bisogno delle cure di uno psicologo. I due responsabili, dopo un incontro col preside, furono spinti a cambiare classe.