Ronde di Forza Nuova e fascisti polacchi: cosa fa il governo?

Interrogazione di Si: gruppi di estremisti di destra pensano di sostituirsi allo Stato come è accaduto a Rimini

Ronde fasciste a Rimini

Ronde fasciste a Rimini

globalist 15 luglio 2018

 "Ai primi di luglio militanti di Forza Nuova e Onr, movimento di estrema destra polacco, hanno pattugliato le spiagge di Rimini in un'operazione definita 'per la sicurezza' e 'conclusa con successo', secondo gli stessi esponenti di Forza Nuova, che hanno rivendicato il merito di aver fatto sentire qualcuno 'più sicuro e per un attimo padrone a casa propria'.  Gruppi fascisti e neonazisti, non possono in alcun modo avere la libertà di affermare di 'sostituirsi' allo Stato nel presidiare i territori, organizzando delle vere e proprie ronde nere per dar sfogo ai loro sentimenti xenofobi e antidemocratici". Lo afferma Nicola Fratoianni di Liberi e Uguali che ha presentato un'interrogazione parlamentare al governo.

"Vogliamo sapere - prosegue il leader di SI - quali iniziative intenda assumere il governo, anche attraverso le Prefetture, per monitorare, impedire e prevenire lo svolgimento di ogni manifestazione, lesiva del carattere democratico della Repubblica italiana, promossa da soggetti che non garantiscano di rispettare i valori della Costituzione, professando o praticando comportamenti dai contenuti fascisti e discriminatori di ogni genere".


Per Fratoianni "iniziative come quella avvenuta sulla spiaggia di Rimini, che hanno il solo effetto di creare un clima di paura e di scontro cavalcando falsi allarmismi, non devono più avvenire".