Salvini vs Tosi: irrompe la Isoardi e su RaiUno attacca il sindaco di Verona
Top

Salvini vs Tosi: irrompe la Isoardi e su RaiUno attacca il sindaco di Verona

Elisa Isoardi, presentatrice di RaiUno e fidanzata presunta di Salvini, ha polemizzato ieri nel suo programma "A conti fatti" con il capo ufficio stampa del Comune di Verona.<br>

Salvini vs Tosi: irrompe la Isoardi  e su RaiUno attacca il sindaco di Verona
Preroll

Desk2 Modifica articolo

25 Febbraio 2015 - 11.57


ATF

Elisa Isoardi, presentatrice di RaiUno e fidanzata presunta di Salvini, ha polemizzato ieri nel suo programma “A conti fatti” con il capo ufficio stampa del Comune di Verona.
Così irrompe un “caso Isoardi”, nello scontro tra il segretario della Lega Matteo Salvini e il sindaco di Verona Flavio Tosi.

Ma cosa è successo? Erano le 11 di lunedì quando Isoardi, ex Miss cinema e conduttrice di una trasmissione che si occupa di consumi, ha portato all’attenzione del pubblico di RaiUno la protesta di un gruppo di pensionati coltivatori di orti urbani a Verona, che lamentavano una tassa da 15 euro introdotta dal sindaco Tosi. Poco dopo telefona il capo ufficio stampa del Comune, Roberto Bolis, con il quale, annota il senatore Ncd Salvatore Torrisi, Isoardi “polemizza pesantemente”. E il caso è finito in Parlamento.

L’episodio non è sfuggito ad alcuni parlamentari di Partito democratico e Area popolare, che hanno sollevato il sospetto di un “conflitto d’interessi” della Isoardi nello svolgere il suo lavoro sugli schermi della tv pubblica. “Siamo alla follia”, bolla il tutto il leader del Carroccio.

Leggi anche:  Laura Cartaginese candidata al Parlamento europeo per la Lega di Salvini

“E’ molto grave – ha denunciato Torrisi – Non vorremmo che trasmissioni possano essere utilizzate per regolare conti all’interno di partiti. La Rai chiarisca”.

In un’interrogazione altri senatori di Ncd (Laura Bianconi, Federica Chiavaroli e Luigi Marino) hanno chiesto alla Rai “quali misure intenda prendere”. E anche il Pd accende i fari sulla vicenda, con interrogazioni alla Camera e al Senato, di Ernesto Magorno e Laura Cantini. “La polemica – scrive Cantini – apparirebbe senza precedenti per la trasmissione e per la conduttrice, i cui toni normalmente sono ben diversi, alla vigilia della campagna elettorale in Veneto”.

[GotoHome_Torna alla Home]

Native

Articoli correlati