I principali rimedi naturali contro il raffreddore
Top

I principali rimedi naturali contro il raffreddore

Il raffreddore è una condizione di congestione delle alte vie aeree, che si contraddistingue per sintomi come il naso che cola e gli starnuti.

I principali rimedi naturali contro il raffreddore
Raffreddore
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Gennaio 2024 - 02.24


ATF

Il raffreddore è una condizione di congestione delle alte vie aeree, che si contraddistingue per sintomi come il naso che cola e gli starnuti. Si tratta di un’evenienza che, seppur non grave, è di sicuro fastidiosa. Per questo motivo, ogni anno, in inverno, sempre più persone cercano consigli per affrontarla.

Attenzione: quando si parla delle soluzioni che permettono di attenuare i sintomi del raffreddore, si apre un capitolo caratterizzato dalla presenza di numerose pagine. 

Bisogna soffermarsi sugli effetti riguardanti la cute, cercando il più adatto alle proprie esigenze fra tutti i rimedi per il naso screpolato da raffreddore, ma anche considerare le opzioni che permettono di ridurre il quadro di congestione.

Nel momento in cui quest’ultimo è di livello non grave, si può valutare il ricorso ai rimedi naturali. Quali sono i migliori? Scopriamoli assieme!

Salice

Questa pianta, caratterizzata, come ben si sa, da una forma a dir poco affascinante, ha una corteccia ricca di benefici. Il principio attivo che la caratterizza, ossia la salicina, è molto simile a quello dell’acido acetilsalicilico, il principio attivo dell’aspirina, un farmaco che può rivelarsi prezioso quando si ha il raffreddore per via della sua capacità di tenere sotto controllo l’infiammazione a carico del naso.

Leggi anche:  Usare la bicicletta è un aiuto nella prevenzione del tumore: l'oncologo spiega il perché

La corteccia di salice può essere consumata in diversi modi, per esempio sotto forma di decotto.

Lavaggi nasali

Da eseguire ricorrendo alle docce specifiche – si trovano insieme con l’aerosol nella stessa confezione – i lavaggi nasali permettono di ripulire le cavità nasali dai batteri e di prevenire il raffreddore.

Ogni quanto eseguirli e come prepararli? Due volte al giorno vanno benissimo. Bisogna far sciogliere un cucchiaino da caffè raso in mezzo litro d’acqua tiepida. In fase di esecuzione, è opportuno inclinare la testa da un lato, così da favorire la fuoriuscita della soluzione salina.

Spirea ulmaria

Pianta che prolifera in tutta Europa, in special modo nelle zone non troppo vicine a quelle di marea, la spirea ulmaria può rivelarsi un portentoso rimedio naturale contro il raffreddore.

Grazie alla sua ricchezza in flavonoidi e in derivati della salicina, si contraddistingue per importanti proprietà antinfiammatorie. Inoltre, rappresenta un valido rimedio naturale per abbassare la temperatura corporea in caso di lieve stato febbrile (cosa tipica durante il raffreddore, tra le principali manifestazioni dell’influenza, tra i malanni di stagione più diffusi).

Leggi anche:  Dieta di primavera: cosa è meglio mangiare con la nuova stagione

Brodo di pollo

Il brodo di pollo è il classico rimedio della nonna che non passa mai di moda. Contro il raffreddore viene chiamato in causa per via della sua capacità, tramite il vapore che emana il piatto, di favorire la liberazione delle vie aeree.

Inoltre, grazie alla sua ricchezza nutrizionale, è in grado di contrastare i cali di energia, frequenti nei frangenti in cui il raffreddore è da includere in quadri di sindrome influenzale.

Vitamina C

La vitamina C è un’altra alleata naturale contro il raffreddore. Attenzione, però: anche se questo nutriente, noto pure con il nome di acido ascorbico, viene spesso reclamizzato come un toccasana contro i malanni di stagione, non bisogna esagerare con l’assunzione.

Le evidenze scientifiche parlano chiaro: per ottenere risultati contro il raffreddore, bisognerebbe superare di poco il grammo quotidiano.

I rischi dell’eccesso di vitamina C non vanno sottovalutati. Quali sono? Innanzitutto la diarrea. La buona notizia è legata al fatto che, trattandosi di una vitamina idrosolubile, il rischio che possa insorgere il problema non è altissimo.

Leggi anche:  Dieta di primavera: cosa è meglio mangiare con la nuova stagione

Fumenti con camomilla e menta

Fare i fumenti aiuta tantissimo a favorire l’attenuazione naturale dei sintomi del raffreddore. 

Ottimo a tal proposito è il mix tra camomilla, pianta nota per le sue straordinarie proprietà balsamiche, e menta, alleata naturale in grado di potenziare l’appena citato beneficio.

Chi vuole, può aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, di timo o di eucalipto.

Native

Articoli correlati