Locatelli (Css): "Italia in ritardo sui vaccini? Sono passati solo 4 giorni, dirlo è prematuro"

Il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità: "Credo sia largamente prematuro valutare dopo solo 4 giorni"

Franco Locatelli

Franco Locatelli

globalist 31 dicembre 2020
Il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità Carlo Locatelli, in conferenza stampa al Ministero della Salute per il commento al monitoraggio dei dati, ha dichiarato: "Leggere ogni tanto, stamattina come ieri, che l'Italia è in ritardo rispetto ad altri Paesi del continente, mi sembra francamente ingeneroso". 
"Il successo di una campagna vaccinale - ha aggiunto - credo che sia largamente prematuro da valutare dopo solo 4 giorni dalle prime dosi simboliche. E della disponibilità, anche condizionata, dalle condizioni meteorologiche".