Ingerenze russe: la polizia belga perquisisce casa e ufficio di un dipendente del Parlamento europeo
Top

Ingerenze russe: la polizia belga perquisisce casa e ufficio di un dipendente del Parlamento europeo

La procura federale belga ha affermato che la polizia ha effettuato perquisizioni presso la residenza di un dipendente del Parlamento europeo e nel suo ufficio nel palazzo del parlamento a Bruxelles per una possibile interferenza russa.

Ingerenze russe: la polizia belga perquisisce casa e ufficio di un dipendente del Parlamento europeo
Parlamento europeo
Preroll

globalist Modifica articolo

29 Maggio 2024 - 12.46


ATF

La procura federale belga ha affermato che la polizia ha effettuato perquisizioni presso la residenza di un dipendente del Parlamento europeo e nel suo ufficio nel palazzo del parlamento a Bruxelles per una possibile interferenza russa.

La procura ha affermato in un comunicato che è stato perquisito anche l’ufficio del sospettato a Strasburgo, dove si trova la sede del Parlamento europeo in Francia, ha riferito AP.

“Le perquisizioni rientrano in un caso di ingerenza, corruzione passiva e appartenenza a un’organizzazione criminale e riguardano indizi di ingerenza russa, in cui membri del Parlamento europeo sono stati avvicinati e pagati per promuovere la propaganda russa tramite il sito di notizie Voice of Europe”, hanno detto i pubblici ministeri.

I procuratori hanno affermato di ritenere che il dipendente abbia svolto “un ruolo significativo in questo”.

Leggi anche:  In Russia, s'allunga la lista nera di Putin: ricercata l'attrice Tatyana Lazareva contraria alla guerra
Native

Articoli correlati