Melitopol: una bomba della resistenza ucraina uccide tre ufficiali russi
Top

Melitopol: una bomba della resistenza ucraina uccide tre ufficiali russi

Almeno tre ufficiali russi sono stati uccisi nella città ucraina di Melitopol, controllata da Mosca, in un'esplosione che secondo l'intelligence ucraina domenica è stata un "atto di vendetta" da parte dei gruppi di resistenza locali.

Melitopol: una bomba della resistenza ucraina uccide tre ufficiali russi
Preroll

globalist Modifica articolo

13 Novembre 2023 - 10.15


ATF

Almeno tre ufficiali russi sono stati uccisi nella città ucraina di Melitopol, controllata da Mosca, in un’esplosione che secondo l’intelligence ucraina domenica è stata un “atto di vendetta” da parte dei gruppi di resistenza locali.

L’esplosione è avvenuta sabato durante un incontro di ufficiali russi a Melitopol, una città nel sud-ovest dell’Ucraina che è diventata un fulcro delle forze russe dopo averla catturata nei primi giorni della guerra.

“Questo atto di vendetta, compiuto da rappresentanti del movimento di resistenza locale, ha avuto luogo negli uffici (postali) sequestrati dai russi”, ha detto online il dipartimento di intelligence del ministero della Difesa ucraino.

“Il nemico non impara nulla e continua a organizzare lì il suo quartier generale”, ha detto alla televisione pubblica ucraina Ivan Fedorov, sindaco in esilio di Melitopol.

Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente le affermazioni dell’intelligence ucraina. Il ministero della Difesa russo non ha risposto immediatamente alla richiesta di Reuters di commentare.

Leggi anche:  Ucraina, il cardinale Parolin: "Il dialogo tra le parti è l'unico mezzo in grado di raggiungere una vera pace"

La dichiarazione dell’intelligence ucraina afferma che all’incontro di sabato hanno partecipato ufficiali della Guardia nazionale russa e dei servizi segreti dell’FSB.

“A seguito dell’esplosione almeno tre ufficiali della guardia nazionale sono stati uccisi nel quartier generale”, si legge nella nota. “Le informazioni sulle altre perdite nemiche vengono chiarite.”

Sia la Russia che l’Ucraina hanno spesso sottovalutato le perdite militari nella guerra durata 20 mesi, mentre hanno esagerato le perdite che affermano di essersi inflitte a vicenda.

L’Ucraina ha effettuato una serie di attacchi a Melitopol, una città nella regione di Zaporizhzhia che prima della guerra aveva una popolazione di circa 150.000 abitanti ed è diventata fondamentale per la difesa di Mosca delle terre che controlla nel sud dell’Ucraina.

I media ucraini hanno riferito che l’attacco della scorsa settimana alla città occupata di Skadovsk, nella regione di Kherson, ha preso di mira anche ufficiali russi.

Native

Articoli correlati