Guida pratica al noleggio a lungo termine per privati
Top

Guida pratica al noleggio a lungo termine per privati

Il noleggio a lungo termine per privati è una opzione molto allettante che si prospetta talvolta molto più conveniente rispetto alle altre soluzioni quali: acquisto e leasing.

Guida pratica al noleggio a lungo termine per privati
Preroll

globalist Modifica articolo

23 Aprile 2024 - 17.31


ATF

Il noleggio a lungo termine per privati è una opzione molto allettante che si prospetta talvolta molto più conveniente rispetto alle altre soluzioni quali: acquisto e leasing.

Il noleggio auto per privati rappresenta un’ottima opportunità, che ti permette di guadagnare tempo e denaro rispetto all’acquisto diretto del tuo veicolo.

Come funziona il noleggio a lungo termine per privati?

Il noleggio a lungo termine per privati come si può intuire dalla parola stessa è una forma di locazione che viene garantita per un periodo lungo (da pattuire con la società di autonoleggio), e solitamente va da un minimo di 12 mesi fino ad un massimo di 60 mesi.

La convenienza – oltre alle semplificazioni burocratiche – sta in un risparmio economico sostanziale. Il canone NLT prevede una rata mensile fissa e costante che include una serie di servizi che in un’altra occasione andrebbero pagati a parte.

Nell’articolo che segue vedremo quali servizi vengono inclusi nei contratti NLT e alle clausole a cui porre attenzione.

Assicurazione RCA

La polizza RCA viene imposta dal Codice della Strada. Nel budget complessivo la sottoscrizione dell’assicurazione è quello che incide maggiormente a causa dei prezzi piuttosto elevati (soprattutto nel caso in cui si è neopatentati).

L’assicurazione RCA nei contratti di noleggio a lungo termine viene inclusa nella rata mensile. Questo permette al conduttore di poter conoscere esattamente la propria condizione e posizione economica e comprendere fino a dove possa spingersi.

Complessivamente potremmo parlare di un risparmio di almeno 600annui (fino a 1.000€ annui nel caso di un neopatentato).

Manutenzione e gestione del veicolo

La manutenzione di un veicolo è estremamente importante per poter garantire il suo funzionamento nel tempo. indipendentemente che si tratti di controlli ordinari o straordinari, i costi da affrontare sono sempre molto impattanti sul bilancio economico di un privato o di un’intera famiglia.

Leggi anche:  Come scegliere il migliore exchange crypto per gli italiani

In un contratto NLT la rata del canone all inclusive prevede sia la manutenzione ordinaria che quella straordinaria. 

Anche volendo simulare questo risparmio economico potremmo parlare di almeno 500€ annui risparmiati (rimanendo bassi e senza considerare spese extra di grave entità).

Messa in strada

La messa in strada solitamente ha un costo che varia tra i 100€ e i 200€. In questa spesa si include l’immatricolazione della vettura, le spese di trasporto e l’eventuale pubblicità della vettura. Naturalmente nel noleggio a lungo termine quest’altra spesa non va considerata perché risulta inclusa.

IPT

Anche l’imposta provinciale di trascrizione è una spesa che grazie al noleggio a lungo termine non va considerata perché è prevista dal canone all inclusive. Il costo generalmente si avvicina sui 300€ e viene applicata a tutti i veicoli immatricolati in Italia e immessi nel Pubblico Registro Automobilistico per la trascrizione, l’annotazione e l’iscrizione.

Consegna del veicolo

Anche se spesso è un fattore sottovalutato la consegna del veicolo a domicilio è un servizio da dover valorizzare. Consegnare un mezzo o ritirarlo in un punto magari scomodo della città, potrebbe essere un costo e una scomodità molto impattante nei confronti di un automobilista.

Ma sarà la società di autonoleggio stessa a prendersi carico delle spese di consegnare il veicolo direttamente a domicilio. 

Servizi opzionali e aggiuntivi

Alcune società di autonoleggio prevedono dei sevizi opzionali da poter aggiungere prevedendo un costo da quantificare a parte. Alcuni di essi potrebbero riguardare la sostituzione degli pneumatici, la carta carburante e l’eventuale auto sostitutiva.

Ogni servizio implica delle condizioni e delle clausole specifiche da tenere in osservazione. È importante leggere il contratto per comprendere cosa è incluso e cosa no, in modo tale da evitare delle possibili incomprensioni.

Leggi anche:  Come scegliere il migliore exchange crypto per gli italiani

Noleggio con o senza anticipo: guida alla scelta

Nel momento in cui stai per scegliere un veicolo da noleggiare per un tempo medio lungo, ti verrà chiesto se anticipare o meno il capitale. Attenzione a non confondere questo “acconto” con la caparra confirmatoria o il deposito cauzionale.

Nel noleggio a lungo termine non esiste né la caparra e neppure il deposito, ma soltanto un acconto o anticipo che serve a ridurre la rata mensile da corrispondere alla società di autonoleggio.

Per far comprendere meglio la differenza ti sopponiamo alcuni esempi che mettono in risalto la rata mensile versando un anticipo specifico di denaro e un’altra offerta senza anticipo.

Fiat 500 1.0 Hybrid da 70 CV

Fiat 500 – 1.0 Hybrid 70CV con un anticipo di 2.000€ la rata mensile ammonterebbe a 264€ al mese (IVA inclusa) e fino ad un massimo di 15.000 chilometri annui.

Aumentando l’anticipo a 4.000€ la rata mensile NLT della Fiat 500 da 1.0 Hybrid 70CV ammonterebbe a 200€ al mese (IVA inclusa) e fino ad un massimo di 15.000 chilometri annui.

Alle medesime condizioni (tipologia d’auto e chilometri annui) senza anticipo la stessa Fiat 500 prevedrebbe un corrispettivo mensile di 342€.

Nissan Qashqai da 1.3 MHEV 140CV Visia

Il noleggio a lungo termine senza anticipo della Nissan Qashqai 1.3 MHEV 140CV Visia avrebbe un costo mensile pari a 488€ (mensile e comprensivo di IVA). 

Anticipando 2.000€ la rata si ridurrebbe a 438€, mentre aumentando a 4.000€ d’acconto il canone mensile diventerebbe 387€.

Leggi anche:  Come scegliere il migliore exchange crypto per gli italiani

Abbiamo appurato che all’aumentare dell’anticipo la rata mensile del canone NLT si riduce notevolmente. È chiaro che per ridurre il costo mese per mese occorre disporre di una liquidità ingente.

L’anticipo – ci teniamo a ribadirlo – è un acconto di denaro che viene perso (non è possibile recuperarlo neppure alla fine del contratto).

Documenti da presentare da privato

Un privato che vorrebbe accedere al noleggio a lungo termine deve comprovare di avere un reddito economico chegli permettadi poter pagare la rata mensile del contratto di locazione.

Alla luce di ciò ecco i documenti che devi presentare per poter sottoscrivere un contratto NLT.

  1. CUD;
  2. Ultime due buste paga con contratto di lavoro a tempo indeterminato;
  3. Copia documento di identità e Codice Fiscale in corso di validità;
  4. Coordinate bancarie (IBAN);
  5. Modulo Privacy con firma;
  6. Copia offerta firmata in ogni sua parte.

È importante che la propria posizione creditizia risulti “pulita” e priva di segnalazioni al CRIF come protestati e/o cattivi pagatori. Nel caso fossi stato segnalato anche per un solo ritardo potresti provare con la firma di un garante che però non risulti in alcuna società creditizia e che abbia un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

La convenienza di noleggiare un’auto per un tempo medio lungo non è solo economica ma anche burocratica. La società di autonoleggio si prende la responsabilità di adempiere ad eventuali scadenze e controlli cosicché tu non debba investire altro denaro o rischiare eventuali sanzioni.

Per gli esempi del NLT con e senza anticipo ci siamo servizi di Finrent, ma la stessa simulazione può essere replicata da te in qualsiasi altro portale di una qualsiasi società di autonoleggio.

Native

Articoli correlati