"Un Bagliore", dal 4 giugno disponibile il nuovo libro di Jon Fosse
Top

"Un Bagliore", dal 4 giugno disponibile il nuovo libro di Jon Fosse

Pubblicato da "La nave di Teseo", il volume sarà presentato il 5 giugno alla Milanesiana.

"Un Bagliore", dal 4 giugno disponibile il nuovo libro di Jon Fosse
Fonte: ladiscussione.com
Preroll

redazione Modifica articolo

24 Maggio 2024 - 16.54 Culture


ATF

Il nuovo libro di Jon Fosse, “Un Bagliore”, sarà disponibile nelle principali librerie il 4 giugno. L’opera del Premio Nobel per la Letteratura 2023, verrà pubblicato da La nave di Teseo, nella traduzione realizzata da Margherita Podestà Heir.

Il 5 giugno, data successiva all’uscita del libro, l’autore norvegese sarà presente al Piccolo Teatro Paolo Grossi, ore 20.00, in occasione della Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi.

Il titolo della serata sarà “Il bagliore della timidezza”, durante la quale sono previsti: delle letture sceniche di Fosse nella sua lingua madre, la partecipazione dell’attore Tommaso Ragno, un dialogo con il premio Strega Paolo Giordano e la consegna della Pergamena della Città di Milano all’autore. A conclusione ci sarà il concerto di Raphael Gualazzi.

Questo l’inizio del libro: ‘Un uomo è al volante. Guida senza sapere davvero dove sta andando. Ha effettuato diverse svolte a sinistra, altrettante ne ha fatte a destra, fino a ritrovarsi di fronte a un bosco, lungo un vecchio sentiero sterrato segnato da profondi solchi. Il sole è già calato, nevica e fa molto freddo: qualsiasi altra persona sarebbe già tornata su strade e pensieri più tranquilli e sicuri. Ma il protagonista di questa storia si è già inoltrato nel fitto della boscaglia, e la macchina rimane bloccata nel fango. Mentre cerca aiuto nel bosco, perdendosi inevitabilmente, nell’oscurità un bagliore lo sorprende.

Leggi anche:  Un 34enne nigeriano aggredisce degli agenti con un'accetta: l'uomo è stato arrestato in Piazza Duca d'Aosta

“Non mi ero mai comportato peggio di così, prima rimanere bloccato con la macchina e poi entrare nel bosco in cerca di aiuto, come era potuto venirmi in mente di trovare aiuto nel bosco, in quella selva oscura, che razza di idea, no, era un errore chiamarla idea, era più una trovata improvvisa, una cosa del genere, che mi era balzata in testa così. Una sciocchezza. Pura follia. Stupidità. Pura e semplice stupidità”.

Native

Articoli correlati