Hollywood, salta la trattativa tra attori e produttori
Top

Hollywood, salta la trattativa tra attori e produttori

Distanze incolmabili tra Studios e interpreti. Il tavolo di dialogo tra Sag-Aftra e l'Amptp si interrompe.

Hollywood, salta la trattativa tra attori e produttori
Preroll

redazione Modifica articolo

12 Ottobre 2023 - 18.06 Culture


ATF

A due giorni dalla ratifica dell’accordo con gli sceneggiatori in quel di Hollywood, la contrattazione tra attori, in sciopero da tempo contro gli Studios, e produttori d’oltreoceano è stata sospesa per “distanze incolmabili”.

A comunicare l’interruzione delle trattative è una nota dell’alleanza dei produttori: “I negoziati tra Amptp (che riunisce le case di produzione tradizionali e i servizi di streaming) e Sag-Aftra (il sindacato degli attori) sono stati sospesi dopo che Sag-Aftra ci ha sottoposto la sua proposta l’11 ottobre. Dopo significative conversazioni, ci risulta chiaro che la distanza tra Amptp e Sag-Aftra è incolmabile e il dialogo non è più produttivo”.

“La proposta che ci hanno presentato” – viene spiegato dai produttori – “includeva un bonus per le opere in streaming che, da solo, ci costerebbe più di 800 milioni di dollari l’anno. Un onere economico insostenibile”.

Gli attori, inoltre, puntano al 2% dei profitti di ogni film o serie tv trasmessa su una piattaforma di streaming, oltre alla percentuale dei diritti d’immagine. Condizioni ritenute non accettabili dall’Amptp, che ha interrotto il tavolo dopo sole due settimane da quando gli Studios e i lavoratori in sciopero sono tornati a sedersi gli uni di fronte agli altri.

Leggi anche:  FVG Film Commission: "Ventuno milioni di Euro spesi sul territorio nel 2023"

“Su aumenti salariali, diritti d’autore e bonus per lo streaming abbiamo offerto gli stessi termini che il sindacato dei registi (Dga) e quello degli sceneggiatori (Wga) hanno accettato. Eppure la Sag-Aftra ha rifiutato l’offerta”, hanno concluso gli Studios. 

Native

Articoli correlati