"Rapito", il nuovo film di Bellocchio a Cannes
Top

"Rapito", il nuovo film di Bellocchio a Cannes

Il film racconta la storia di Edgardo Mortara, un bambino ebreo rapito e cresciuto con un'educazione cattolica. L'uscita nelle sale cinematografiche è prevista per il 25 maggio

"Rapito", il nuovo film di Bellocchio a Cannes
"Rapito" di Marco Bellocchio
Preroll

redazione Modifica articolo

22 Maggio 2023 - 16.44 Culture


ATF

È uscito il trailer del film Rapito, ultimo film di Marco Bellocchio, che sarà presentato in concorso al Festival di Cannes e nelle sale cinematografiche il 25 maggio. 

Bellocchio, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico, ha ottenuto il Leone d’argento per la regia nel 1967 alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia per il film La Cina è vicina, l’Orso d’argento al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1991 per il film La condanna, nel 1999 un premio d’onore per il contributo al cinema al Festival cinematografico internazionale di Mosca, nel 2011 si è aggiudicato il Leone d’oro alla carriera alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia e nel 2021 la Palma d’oro onoraria al Festival di Cannes.

Quello in uscita è un film la cui trama è intrecciata attorno alla questione religiosa, è il racconto della storia di Edgardo Mortara, una vicenda che ha scosso gli animi ed è divenuto un caso internazionale. Anche Steven Spielberg aveva nei suoi progetti un film che raccontasse questa storia, quello di Bellocchio si ispira a Il caso Mortara di Daniele Scalise (Mondadori). 

Leggi anche:  Torna il Giffoni Film Festival: gli eventi più attesi

Era il 1858 quando nel quartiere ebraico di Bologna i soldati del Papa hanno fatto irruzione nella casa Mortara e hanno portato via il piccolo Edgardo, di soli sette anni.  La testimonianza di una domestica riporta che il bambino di soli sei mesi, ritenuto in fin di vita, sia stato battezzato di nascosto. E secondo l’insindacabile legge del Papa il bambino deve, pertanto, ricevere un’educazione cattolica. La famiglia Mortara con il supporto dell’opinione pubblica e della comunità ebraica internazionale farà di tutto per riavere indietro il figlio, contro le opposizioni del Papa che, invece, si rifiuta di restituire il bambino alla sua famiglia. 

Edgardo cresce così secondo la fede cattolica e con il passare del tempo il potere temporale della Chiesa volge al termine per lasciare il posto alle truppe sabaude che conquistano Roma.

Rapito è un film distribuito da 01 Distribution  ed è interpretato da Paolo Pierobon, Fausto Russo Alesi, Barbara Ronchi, Enea Sala e Leonardo Maltese che interpretano rispettivamente Edgardo da bambino e da ragazzo, Filippo Timi e Fabrizio Gifuni. Il film è prodotto da Beppe Caschetto e Simone Gattoni, è una produzione IBC Movie e Kavac Film con Rai Cinema in coproduzione con Ad Vitam Production (Francia) e The Match Factory (Germania). La sceneggiatura è di Bellocchio e Susanna Nicchiarelli con la collaborazione di Edoardo Albinati e Daniela Ceselli, e con la consulenza storica di Pina Totaro. 

Leggi anche:  Puccini, il mistero svelato
Native

Articoli correlati