Rajoy: "se Puigdemont rieletto a distanza, Catalogna rimarrà commissariata"

Il premier spagnolo ha ribadito che in caso di rielezione a distanza del premier catalano in esilio, l'articolo 155 della costituzione rimarrà in vigore.

Mariano Rajoy

Mariano Rajoy

globalist 15 gennaio 2018

Mariano Rajoy minaccia di prolungare l'applicazione dell'articolo 155 della costituzione spagnola in caso di rielezione a distanza di Carles Puigdemont. L'articolo in questione ha permesso al governo spagnolo di commissariare la Catalogna e se Puidgemont dovesse venire rieletto senza però tornare dall'esilio (in questo momento di trova a Bruxelles), non sarebbe in grado di formare un governo e il 155 rimarrebbe quindi in vigore. 


Sul tema è intervenuta anche la vicepremier spagnola Soraya Saenz de Santamaria, la quale ha sostenuto che una rielezione a distanza a fine mese di Puigdemont, inseguito da un mandato di cattura di Madrid per presunta 'ribellione', sarebbe "illegale". La vicepremier spagnola ha detto che Puigdemont deve capire che "è giunto alla fine della sua traiettoria".


Il dirigente dei Repubblicani Catalani (Erc) Gabriel Rufian ha intanto proposto che se Puigdemont non potrà essere rieletto "venga investito il numero due" il vicepresidente uscente Oriol Junqueras in carcere a Madrid. "Se il numero uno di questo governo Carles Puigdemont, non può esserlo come presidente legittimo per colpa delle minacce e della repressione dello stato - ha detto a Euzkadi Radio - è logico sia investito il numero due".