Parigi, casi di pedofilia in scuola ebraica

Indagato il direttore di una scuola ebraica ortodossa parigina per non aver denunciato alla polizia presunti atti di pedofilia commessi da un ex bidello.

Desk 22 febbraio 2013
Il direttore di una scuola ebraica ortodossa di Parigi è indagato per non aver denunciato alla
polizia presunti atti di pedofilia che sarebbero stati commessi nel suo istituto da un ex bidello su alcuni allievi. Lo si è appreso da fonti giudiziarie.



Il bidello, che lavorava nella scuola elementare per ragazzi di Beth Hanna, nel XX arrondissement parigino, è stato denunciato a novembre per aggressione a sfondo sessuale dai genitori di alcuni allievi e messo sotto inchiesta. Il direttore, un rabbino che insegna matematica, è ora finito
anche lui sotto inchiesta per non aver denunciato i fatti, commessi su minori.



Haim Nisenbaum, portavoce del movimento ebraico ortodosso Beth Lubavitch, al quale la scuola è affiliata, ha condannato «in modo molto forte» i fatti rimproverati al bidello, sottolineando come questi fosse stato licenziato dal direttore. Il quale, secondo il movimento ebraico, «non ha giudicato
necessario denunciare a nome della scuola perché aveva già parlato con le famiglie che lo avevano gia' fatto. Non ha voluto aggiungersi alla lista».