Gli Usa preoccupati per le 'provocazioni militari' della Cina su Taiwan

L'isola aveva denunciato venerdì la più grave fra le violazioni del proprio spazio di identificazione per la difesa aerea da parte dei caccia di Pechino.

Dipartimento di Stato americano, Washington D.C

Dipartimento di Stato americano, Washington D.C

globalist 3 ottobre 2021
Un altro fronte di tensione? Forse sì: l’Amministrazione Biden si è detta "molto preoccupata" per le "provocazioni militari" della Cina nei confronti di Taiwan, ritenute "destabilizzanti per la pace e la stabilità nella regione", è quanto si legge in un comunicato del Dipartimento di Stato americano.
"Esortiamo Pechino a cessare le pressioni militari, diplomatiche, economiche e di coercizione nei confronti di Taiwan" conclude il comunicato, ribadendo "l'impegno incrollabile" di Washington a fianco di Taipei.
Taiwan aveva denunciato venerdì la più grave fra le violazioni del proprio spazio di identificazione per la difesa aerea da parte dei caccia di Pechino: 38 apparecchi, un primato battuto il giorno successivo con altri 39 sorvoli.
Le dimostrazioni di forza di Pechino arrivano pochi giorni dopo le rimostranze del governo cinese nei confronti della Gran Bretagna, dopo l'invio di un'unità britannica nello Stretto di Taiwan per la prima volta dal 2008.