In Afghanistan i talebani disposti a 'concedere' il lavoro alle donne

L'Nrc è una ong che sta cercando di negoziare degli accordi locali in sette delle 14 provincie in cui è presente per permettere al personale femminile di riprendere il lavoro.

Donne afghane in protesta

Donne afghane in protesta

globalist 28 settembre 2021

Un grande lavoro per evitare di tornare indietro nel passato e permettere alle donne di tornare a partecipare alla vita sociale di un paese martoriato come l’Afghanistan.

L'Nrc è una delle organizzazioni umanitarie maggiormente attive nel Paese e circa un terzo dei suoi dipendenti afgani sono donne; l'ong sta cercando di negoziare degli accordi locali in sette delle 14 provincie in cui è presente in modo da permettere al personale femminile di riprendere il lavoro.
Nel precedente governo talebano fra il 1996 e il 2001 le donne erano escluse dalla vita pubblica e non erano autorizzate né a lavorare né a studiare; malgrado gli impegni assunti dai nuovi governanti afgani al momento le funzionarie della pubblica amministrazione non hanno ancora ripreso il proprio posto e le scuole rimangono ancora chiuse per le studentesse.