Le donne afghane tornano a sfidare i talebani: "Vogliamo lavorare e partecipare al governo"

Dopo Herat anche a Kabul le donne in piazza: manifestazione davanti al palazzo presidenziale chiedendo diritti

La protesta delle donne afghane a Kabul

La protesta delle donne afghane a Kabul

globalist 3 settembre 2021

Da Herat a Kabul e in tanti altri posti: il coraggio delle donne afghane non viene meno.

 Un gruppo di donne ha manifestato oggi davanti al palazzo presidenziale di Kabul chiedendo un ruolo nel futuro governo e il rispetto dei diritti acquisiti negli ultimi vent'anni. Diverse immagini mostrano le manifestanti con abiti colorati e il capo coperto da un velo, ma il viso scoperto, che agitano cartelli. Una simile manifestazione si era svolta ieri a Herat.

"Nessuna società può progredire senza un ruolo attivo delle donne. Per questo serve una partecipazione politica delle donne nel futuro governo", ha dichiarato l'attivista della società civile Tarannom Saeedi citata dall'emittente afghana Tolo news.

"Vogliamo lavorare come gli uomini sotto la legge islamica", ha aggiunto Razia, un'altra attivista.

"Dopo la formazione del governo talebano, tutte le donne devono tornare a lavorare. Non permetteremo a nessuno di minare i risultati ottenuti negli ultimi venti anni", ha aggiunto un'altra manifestante