La polizia tunisina arresta di nuovo il deputato Zid subito dopo il rilascio

L'accusa è violenza contro le forze di sicurezza all'aeroporto di Cartagine nel marzo scorso. Maher Zid era stato arrestato per la prima volta nel 2018

Maher Zid

Maher Zid

globalist 1 agosto 2021

Era stato arrestato per la prima volta in relazione a un caso aperto contro di lui nel 2018, anche se il suo partito ha sottolineato che era già stato respinto dai tribunali, cosa che è stata ratificata fino a quando il giudice ha deciso di prolungare la sua detenzione per il suo presunto incitamento a marzo.

La polizia tunisina a questo punto ha nuovamente arrestato il deputato Maher Zid, poche ore dopo il suo rilascio in seguito al primo fermo, nel contesto della crisi politica che domenica scorsa ha raggiunto il culmine, con la decisione del presidente Kais Saied di licenziare il premier Hichem Mechichi e di sospendere il Parlamento per 30 giorni.
Zid, del partito islamista Al Karama, è accusato di incitamento alla violenza contro le forze di sicurezza all'aeroporto di Cartagine nel marzo scorso.

Il deputato, nei giorni scorsi, aveva denunciato "il golpe del regime ed una violazione della Costituzione".