La denuncia dell'Unrwa: "La bombe hanno riportato Gaza indietro di diversi anni"

Il Commissario generale dell''ente per il sostegno ai profughi palestinesi, Philippe Lazzarini: "Sono frustrato da tanta violenza"

Gaza

Gaza

globalist 23 maggio 2021

Una situazione che lascia interdetti anche chi lotta per anni in modo solidale e altruista da anni e deve avere ancora a che fare con guerra e violenza.

"Sono profondamente frustrato da questo episodio insensato di estrema violenza che ha provocato la morte di civili, la distruzione di infrastrutture e che ha riportato indietro Gaza di diversi anni": lo ha affermato oggi il Commissario generale dell'Unrwa - l'ente per il sostegno ai profughi palestinesi - Philippe Lazzarini incontrando la stampa a Gaza.

"E' particolarmente frustrante che sia stato il quarto conflitto in 14 anni" ha aggiunto.

"Alcuni giorni fa abbiamo lanciato una raccolta di fondi di emergenza e cominciamo a vedere primi finanziamenti". I profughi, ha notato, hanno ora "maggiormente bisogno di normalità e speranza".

La popolazione di Gaza ha trascorso 14 anni in una situazione di blocco, intercalata da episodi di distruzione di massa. Ciò è accaduto - ha precisato - perché le radici del conflitto non sono state rimosse".

"Le persone che ho incontrato negli ultimi due giorni - ha detto - hanno descritto questa guerra come differente dalle precedenti. Hanno utilizzato le parole: 'feroce, traumatica'.

Tutti sono ormai all'esaurimento'' - Gli abitanti, a quanto ha avvertito, hanno la sensazione di essere esposti a continue "eruzioni" periodiche di violenza.

"Adesso lascio Gaza - ha concluso - con la missione urgente di garantire che quel senso di normalità e di stabilità di cui gli abitanti necessitano resti nelle loro vite, grazie ad un'Unrwa forte".