Un fungo potenzialmente fatale sta colpendo i pazienti affetti da Covid in India

Non bastano le migliaia di contagi al giorno, secondo il Ny Times: "L'infezione fungina presente già prima della pandemia, alto tasso di mortalità"

Fungo letale in India sta colpendo i positivi al Covid

Fungo letale in India sta colpendo i positivi al Covid

globalist 12 maggio 2021

I livelli record di contagi in India sono il principale problema, peggiorata dalla scoperta di un fungo "potenzialmente fatale", che sta colpendo alcuni pazienti Covid.

Questo quanto riporta il New York Times, che parla della mucormicosi - infezione fungina già presente nel Paese prima della pandemia - e delle relative infezioni nei contagiati da coronavirus: "I medici in India - si legge - sono preoccupati per un numero crescente di infezioni fungine potenzialmente fatali che colpiscono le persone che hanno Covid-19 o quelle che si sono recentemente riprese dalla malattia. La condizione, nota come mucormicosi, ha un alto tasso di mortalità ed era presente in India prima della pandemia".

Il fungo, si legge ancora, "è causato da una muffa che prospera in ambienti umidi e può attaccare attraverso le vie respiratorie, potenzialmente erodendo le strutture facciali e danneggiando il cervello".

L'infezione fungina, scrive ancora il New York Times "è relativamente rara, ma dottori e medici esperti affermano che sembra stia infettando alcuni pazienti Covid resi vulnerabili dal sistema immunitario debole e dalle condizioni precarie, in particolare quelli affetti da diabete".

Alcuni esperti, spiega ancora il Nyt, "attribuiscono le infezioni fungine a un maggiore uso di steroidi per curare i pazienti ospedalizzati. Un altro fattore - si legge - potrebbe dipendere dal fatto che, con gli ospedali sopraffatti da questa seconda ondata di pandemia, molte famiglie si auto-medicano e applicano l'ossigenoterapia a casa senza un'igiene adeguata".