Con la Brexit tornano le violenze dell'Irlanda del nord: molotov contro la polizia

Le violenze sono avvenute nell'ambito delle tensioni crescenti fra gli unionisti protestanti per gli accordi commerciali post Brexit

A Newtownabbey, violenta protesta in strada con lancio di molotov

A Newtownabbey, violenta protesta in strada con lancio di molotov

globalist 4 aprile 2021

A Newtownabbey, dopo violente proteste venerdì a Londonderry e nell'area di Sandy row a Belfast, la scorsa notte alla periferia di Belfast una trentina di bombe molotov sono state lanciate in quello che viene descritto dalle autorità come un "attacco orchestrato". 

Ieri sera a Newtownabbey, si era riunita una folla di 20-30 uomini e ragazzi, alcuni con il voto mascherato, ha detto il sovrintendente della polizia David Beck.
"Sono state lanciate 30 bottiglie molotov contro la polizia e tre veicoli sono stati dati alle fiamme", ha aggiunto. E' stato arrestato un uomo di 47 anni.

Le violenze sono avvenute nell'ambito delle tensioni crescenti fra gli unionisti protestanti per gli accordi commerciali post Brexit.
Ad accendere ulteriormente gli animi è stata la recente decisione di non perseguire 24 esponenti politici cattolici repubblicani del Sinn Fein per aver partecipato ad un affollato funerale malgrado le restrizioni anti covid.