Dal rapporto Usa sull'omicidio Khashoggi sono stati rimossi 'misteriosamente' tre nomi

Lo rivela la Cnn, che sostiene che venerdì pomeriggio, poche ore dopo la diffusione al pubblico, il rapporto è stato sostituito con una nuova versione nella quale i nomi dei tre erano stati omessi.

Jamal Khashoggi

Jamal Khashoggi

globalist 1 marzo 2021
La Cnn ha rivelato che i tre nomin dei cittadini sauditi che erano stati inizialmente indicati come implicati nell'omicidio di Jamal Khashoggi sono stati inspiegabilmente rimossi dal rapporto dell'intelligence Usa che ha indicato il principe ereditario Mohammed bin Salman come mandante. Cnn sostiene che venerdì pomeriggio, poche ore dopo la diffusione al pubblico, il rapporto è stato sostituito con una nuova versione nella quale i nomi dei tre erano stati omessi.
La mossa "silenziosa" dell'Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale (Odni) è passata "inosservata", sottolinea l'emittente, ricordando invece le proteste nei confronti dell'Amministrazione Biden per le mancate sanzioni contro l'erede al trono saudita, Mohammed bin Salman.
L'Ufficio del direttore dell'intelligence nazionale ha tentato di chiarire il perché di quella modifica. "Abbiamo inserito un documento revisionato sul sito web perché quello originale conteneva erroneamente tre nomi che non avrebbero dovuto essere inclusi", ha detto alla Cnn un portavoce. I tre dei nomi che l'Odni aveva elencato per la prima volta non erano stati menzionati nei precedenti rapporti sul caso.
Uno dei tre è Abdulla Mohammed al-Howraini, che secondo una persona che ha familiarità con il funzionamento dell'intelligence saudita, è il fratello del generale Abdulaziz bin Mohammed al-Howraini, a capo della potente Presidenza della Sicurezza dello Stato che supervisiona l'operato di diverse agenzie di intelligence e antiterrorismo. Abdulla appare nei rapporti sauditi come assistente capo della sicurezza dello Stato per l'antiterrorismo.
Gli altri due nomi apparsi nel delicato rapporto e poi rimossi con un colpo di bianchetto sono Yasir Khalid al-Salem e Ibrahim al-Salim, ma secondo la 'Cnn' non è chiaro che ruolo abbiano. I tre uomini non sono tra i 18 che sono stati sanzionati dagli Stati Uniti per l'omicidio di Khashoggi.
La prima versione del rapporto di intelligence sembra essere stata online diverse ore prima di essere eliminata, secondo l'archivio internet di 'Wayback Machine'. La discrepanza tra le due liste di nomi è stata notata a Capitol Hill e, secondo un funzionario della House Intelligence Committee, sono stati chiesti chiarimenti in merito all'Odni.