Morte di Luca Attanasio, la Repubblica del Congo vieta ai diplomatici di lasciare Kinshasa senza preavviso

Lo ha annunciato la Ministra degli esteri congolese: "È stato preso il fermo impegno per rafforzare la sicurezza nelle zone rosse, vale a dire le parti della Repubblica Democratica del Congo considerate ad alto rischio"

Marie Thérèse Tumba Nzeza

Marie Thérèse Tumba Nzeza

globalist 23 febbraio 2021
La Ministra degli Esteri della Repubblica democratica del Congo, Marie Thérèse Tumba Nzeza, ha annunciato che in seguito all'uccisione dell'ambasciatore italiano Luca Attanasio, a nessun diplomatico sarà consentito lasciare Kinshasa per l'interno del Paese, senza informare prima il ministero degli Esteri congolese e i servizi competenti. 
"È stato preso il fermo impegno per rafforzare la sicurezza nelle zone rosse, vale a dire le parti della Repubblica Democratica del Congo considerate ad alto rischio", ha aggiunto la ministra congolese, secondo quanto riporta Cas-Info.
"Il Consiglio di sicurezza farà tutto il possibile per trovare gli sponsor di questo efferato crimine e i loro complici", ha dichiarato l'ufficio stampa della presidenza congolese.