Rischio sommosse nazi-trumpiane: la Germania sconsiglia viaggi negli Stati Uniti

Avviso del ministero degli esteri tedesco in vista dell'insediamento di Biden: ""Sono possibili violente manifestazioni e rivolte a Washington D.C e nel resto del paese"

Incidenti e morti a Capitol Hill

Incidenti e morti a Capitol Hill

globalist 12 gennaio 2021
Pazzi scatenati e folli che hanno partecipato ad un mezzo tentativo di colpo di stato: il ministero degli Esteri tedesco sconsiglia i viaggi negli Stati Uniti a causa del rischio di violente manifestazioni.
Secondo l'avviso pubblicato sul sito, dopo la violenta irruzione al Congresso del 6 gennaio la situazione della sicurezza potrebbe mutare in ogni momento fino all'insediamento del nuovo presidente Joe Biden, il 20 gennaio.
"Sono possibili violente manifestazioni e rivolte a Washington D.C, e nel resto del paese, specialmente nelle grandi città e i capoluoghi dei 50 stati", avverte il sito, che consiglia di evitare le aree degli edifici governativi e i grandi assembramenti. Dopo l'assalto al Congresso, il ministero aveva diramato un primo avviso per il rischio di violenze nella capitale federale, ora lo estende al resto del paese.