Infermiere positivo una settimana dopo il vaccino: ecco perché non c'è da preoccuparsi

È successo negli Usa all'infermiere Matthew W. Ma come ha spiegato il dottor Christian Ramers, infettivologo, le persone vaccinate non sviluppano fin da subito gli anticorpi necessari per tenere a bada Covid-19

L'infermiere

L'infermiere

globalist 30 dicembre 2020

Un infermiere 45enne di San Diego, in California, è risultato positivo al Coronavirus 8 giorni dopo aver ricevuto il vaccino Pfizer-BioNTech. Ma come spiega Abc non è il caso di preoccuparsi: come ha spiegato il dottor Christian Ramers, infettivologo del Family Health Centers di San Diego, le persone vaccinate non sviluppano fin da subito gli anticorpi necessari per tenere a bada Covid-19. "Sappiamo dagli studi clinici che ci vogliono dai 10 ai 14 giorni per iniziare a sviluppare una protezione contro il virus", ha detto Ramers aggiungendo che "la prima dose garantisce una protezione intorno al 50%" e solo una settimana dopo la seconda dose si arriva al 95%.