Il Regno Unito non segue l'Europa: autorizzato il vaccino AstraZeneca

Lo ha fatto sapere il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, dopo il via libera della Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (Mhra).

AstraZeneca

AstraZeneca

globalist 30 dicembre 2020
Ieri l'Agenzia Europea per i medicinali ha detto che è 'improbabile' che il vaccino AstraZeneca-Oxford ottenga l'approvazione entro gennaio, ma gli effetti della Brexit si fannon sentire: il Regno Unito infatti comincerà a distribiuire il vaccino già da mercoledì e inizierà le vaccinazioni il 4 gennaio. 
Lo ha fatto sapere il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, dopo il via libera della Medicines and Healthcare products Regulatory Agency (Mhra). "Ora, con l'autorizzazione di questa mattina, ho molta fiducia nel fatto che entro la primavera potremo avere vaccinare un numero sufficiente di persone vulnerabili", ha detto a Sky News.
"Vediamo le pressioni in questo momento sull'Nhs ed è di assoluta importanza che le persone seguano le regole e facciano tutto il possibile per fermare la diffusione, in particolare della nuova variante di questo virus che si trasmette più velocemente - ha aggiunto - Ma sappiamo anche che esiste una via d'uscita. I vaccini forniscono la via d'uscita. Dobbiamo solo tenere i nervi saldi nelle settimane a venire".
Il Regno Unito, dove era già arrivato l'ok per il vaccino Pfizer/BioNTech con l'inizio della campagna di vaccinazioni, ha ordinato 100 milioni di dosi del vaccino AstraZeneca/Oxford, sufficienti per immunizzare 50 milioni di persone. I piani annunciati da AstraZeneca prevedono la fornitura di "milioni" di dosi nel primo trimestre dell'anno che sta per iniziare.