Rudy Giuliani insiste sul complotto: "Frode contro Trump, nessuna ispezione sui voti postali"

Il capo del team legale annuncia battaglia: "Molti osservatori dei seggi testimonieranno che non è stato loro consentito di esercitare il diritto di ispezionare le schede postali"

Rudy Giuliani.

Rudy Giuliani.

globalist 7 novembre 2020

Rudy Giuliani, capo del team legale di Donald Trump, lancia accuse molto gravi denunciando "una situazione molto preoccupante" in Pennsylvania e in altri Stati dove a suo avviso si sono consumate "frodi elettorali di vario tipo", contro cui i Repubblicani lanceranno azioni legali.


"Dietro di me ci sono una sessantina di osservatori dei seggi che testimonieranno che non è stato loro consentito di esercitare il diritto di ispezionare i voti per posta. E' illegale e incostituzionale. Non c'è stata alcuna ispezione, questi plichi potrebbero essere arrivati da qualsiasi parte, potrebbero essere stati compilati da chiunque, in Philadelphia hanno tenuto segreti i voti dei deceduti" e ci sono "300mila schede che non sono state visionate da neanche un repubblicano", ha detto Giuliani.