Trump lancia lo slogan finale della campagna: "Mettete i Biden in prigione"

L'estremista di destra aveva usato uno slogan simile contro Hillary Clinton. E ora replica: "Lock up the Bidens"

Biden e Trump

Biden e Trump

globalist 17 ottobre 2020

Uno scriteriato che non ha vergogna delle sue parole: nel tentativo di replicare il successo avuto nel 2016, quando ha battuto alle elezioni Hillary Clinton contro la quale per mesi aveva fatto scandire ai suoi fan "lock her up", mettetela in prigione, Donald Trump in queste ultime settimane di campagna elettorale lancia lo slogan 'lock him up" contro Joe Biden.


"Lock up the Bidens, mettiamo in prigione i Biden", ha poi detto mentre il pubblico di fan di Macon in Georgia scandiva 'Lock him up". Il riferimento di Trump è alle presunte azioni criminali non solo dell'ex vice presidente ma anche del figlio Hunter per le vicende collegate al Kievgate.


"Negli ultimi mesi abbiamo imparato che Joe Biden è un politico corrotto e la famiglia Biden è un'impresa criminale", ha detto ancora Trump che già in un precedente comizio in Florida aveva mosso le stesse accuse ai Biden. "


Sono una famiglia del crimine organizzato", aveva detto facendo riferimento all'articolo del New York Post in cui si afferma l'esistenza di mail che provano che Hunter ha organizzato incontri tra suoi partner d'affari ucraini ed il padre mentre era vice presidente.


Può essere. Certo è che se Trump fosse una persona limpida renderebbe note le sue dichiarazioni dei redditi senza appellarsi alla Corte Suprema.