Jacinda Ardern e il partito laburista hanno vinto le elezioni in Nuova Zelanda

"Questa sera la Nuova Zelanda ha mostrato al partito laburista il suo più grande sostegno in 50 anni" dice Ardern.

Jacinta Ardern

Jacinta Ardern

globalist 17 ottobre 2020
Jacinda Ardern, leader del partito laburista, ha vinto le elezioni in Nuova Zelanda. E non certo di poco: con l'85% delle schede scrutinate e accreditato del 49% delle preferenze (pari a 64 seggi su 120), il partito laburista ha travolto il Partino Nazionale di Judith Collins, che rimane al 26,9%. 
"Questa sera la Nuova Zelanda ha mostrato al partito laburista il suo più grande sostegno in 50 anni" dice Ardern, e continua: "Abbiamo visto un supporto nelle sedi urbane e nelle sedi rurali che non ci saremmo aspettati. E per questo ho solo due parole: vi ringrazio". 
"Viviamo in un mondo polarizzato... Spero che in queste elezioni la Nuova Zelanda abbia dimostrato che questo non è quello che siamo", ha affermato Ardern. "Siamo troppo piccoli per perdere di vista la prospettiva degli altri". "Questa non è stata un'elezione ordinaria e questo non è stato un periodo normale", ha aggiunto. "Il risultato di questa sera è ottimo. È chiaro che i laburisti guideranno il governo per i prossimi tre anni. Non riesco a immaginare un popolo per il quale mi sentirei più privilegiata di lavorare e di essere Primo Ministro".
Adesso, ha aggiunto, è il momento di fare "un passo avanti insieme". "Continuiamo a muoverci", ha concluso, riprendendo lo slogan dei laburisti, prima di lasciare il palco.
Il partito laburista che ha guidato la Nuova Zelanda nella lotta contro il Coronavirus è stato uno dei modelli più virtuosi al mondo ed è la principale causa del trionfo elettorale: in tutta la Nuova Zelanda sono state infettate meno di 2.000 persone, su 5 milioni di abitanti. Le vittime sono state in tutto 25.