I deliri di Trump in Florida: "Siamo a una svolta nell'epidemia, avrete tutti i miei farmaci"

Donald Trump si mostra ottimista sull'uscita della crisi del coronavirus nel suo discorso a Fort Meyers, in Florida, intitolato "proteggere gli anziani".

Trump il giorno del ricovero presso il Walter Reed National Military Medical Center di Washington

Trump il giorno del ricovero presso il Walter Reed National Military Medical Center di Washington

globalist 16 ottobre 2020
Ormai è senza freni. La campagna elettorale sta aplificando le sue fake news anche in tema di virus. Siamo "ad una svolta" sull'epidemia. Donald Trump si mostra ottimista sull'uscita della crisi del coronavirus nel suo discorso a Fort Meyers, in Florida, intitolato "proteggere gli anziani". "Non so cosa mi abbiano dato, ma datemene altri e li avrete anche voi - ha detto, parlando dei farmaci che gli hanno somministrato al Walter Reed Hospital quando è stato ricoverato per il coronavirus - Non mi sentivo bene e il giorno dopo mi sono svegliato ed ero pronto a battermi con chiunque".
Trump ha anche insistito che i bambini devono andare a scuola, anche se ha detto che può capitare che si ammalino, come suo figlio Barron. "Non possiamo permettere a politiche anti scientifiche, guidate dal panico di privare i nostri figli e nipoti del loro futuro" ha dichiarato il presidente.
Il presidente americano è stato accolto al suo arrivo in aereo in Florida dal governatore Ron De Santis. Secondo le immagini diffuse dai media americani, nessuno dei due indossava la mascherina. La stampa americana riferisce di una folla di diverse centinaia di persone al comizio di Trump dove sono state sistemate sedie distanziate per l'uditorio. Pochi si sono coperti naso e bocca, mentre alcune delle sedie sono state riavvicinate.