Trump cerca il voto tricolore: "Colombo grande italiano, difendiamo le statue dei nostri eroi"

Alla vigilia del Columbus day il presidente coglie l'occasione per attacccare gli 'estremisti': "Cercano di sostituire i suoi enormi contributi con accuse di fallimenti e le sue scoperte con atrocità"

Trump

Trump

globalist 11 ottobre 2020
Diciamo che un po’ ci crede e un po’ cerca il voto della comunità italo-americana che è equamente distribuita tra filo-democratici e filo-repubblicani.
"Con il Colombus Day ricordiamo il grande italiano che ha aperto un nuovo capitolo della storia mondiale ed il permanente significato della sua azione per l'emisfero occidentale". Così Donald Trump elogia Cristoforo Colombo nel tradizionale proclama del presidente per la festa con cui, il 12 ottobre, viene ricordato negli Stati Uniti l'esploratore genovese che per primo arrivò sulle coste dell'America, non mancando di aggiungere l'affondo politico contro "gli estremisti che stanno purtroppo stanno cercando di minare negli ultimi anno l'eredità di Colombo".
"Questi estremisti cercando di sostituire la narrativa sui suoi enormi contributi con accuse di fallimenti, le sue scoperte con atrocità, le sue conquiste con trasgressioni", continua Trump riferendosi in questi termini sul dibattito in corso da anni negli Usa sulle responsabilità dei primi esploratori nel genocidio delle popolazioni native compiuto poi dalle potenze coloniali.
"Invece che imparare dalla nostra storia, questa ideologica radicale e chi vi aderisce cerca di rivisitarla, privandola di ogni splendore e segnandola come profondamente negativa - continua Trump - noi non dobbiamo cedere queste tattiche, dobbiamo insegnare alle generazioni future la nostra storia, cominciando con la protezione dei monumenti dei nostri intrepidi eroi come Colombo".
Riferendosi al fatto che durante le proteste della scorsa primavera tra le centinaia di statue che sono state rimosse o attaccate vi fossero molte di Colombo, Trump ha poi ricordato di aver firmato a giugno "un ordine esecutivo in cui assicura che ogni persona o gruppo che vandalizza un monumento federale o una statua sia perseguito a pieno dalla legge". Il presidente ha fatto poi riferimento al suo recente, e controverso, programma per promuovere quella che lui definisce "educazione patriottica" nelle scuole americane.