Il Ceo di Moderna smentisce Trump: "Non ci sarà alcun vaccino anti-Covid prima delle elezioni"

Stéphane Bancel ha detto che non richiederà nessuna autorizzazione d'emergenza fino al 25 novembre e non pensa di ottenere l'approvazione prima della primavera del 2021

Vaccino contro il Covid-19

Vaccino contro il Covid-19

globalist 1 ottobre 2020

Un’altra smentita alle buffonate del miliardario xenofobo, che dopo aver detto che il Covid sarebbe scomparso ad aprile e poi con l’estate, aveva promesso il vaccino prima delle elezioni di novembre.

Il Ceo di Moderna, Stéphane Bancel, in un'intervista rilasciata al Financial Times ha annunciato che il vaccino contro il coronavirus non sarà pronto entro il giorno delle elezioni americane.
Bancel ha detto che non richiederà nessuna autorizzazione d'emergenza alla Food and Durg administration fino al 25 novembre e non pensa di ottenere l'approvazione per il suo candidato al vaccino antiCovid prima della primavera del 2021, quando sarò pronto per la distribuzione al grande pubblico.
Ad agosto, il governo degli Stati Uniti aveva accettato di acquistare 100 milioni di dosi del candidato al vaccino per Moderna, con la possibilità di acquistare 400 milioni di dosi in più, per un totale di 2,48 miliardi di dollari.


Nonostante le affermazioni di Trump secondo cui un vaccino potrebbe essere pronto in poche settimane, anche il direttore dei Centers for Disease Control and Prevention Robert Redfield ha detto al Congresso, all'inizio di questo mese, che le vaccinazioni diffuse non sono previste fino al prossimo anno.