Trump nemico della pace annuncia nuove sanzioni contro Cuba

Il miliardario xenofobo annuncia nuove sanzioni per colpire le importazioni di tabacco ed alcol e impedire ai turisti americani di risiedere in alberghi di proprietà dello stato.

Donald Trump

Donald Trump

globalist 23 settembre 2020

Un nemico della pace che vuole infierire su un popolo solo per guadagnarsi il consenso degli esuli cubani della Florida (e non solo) potente lobby negli Stati Uniti.

 Donald Trump annuncia nuove sanzioni nei confronti di Cuba tese a colpire le importazioni di tabacco ed alcol dall'isola caraibica, famosa per i suoi sigari ed il suo rum, ed ad impedire ai turisti americani di risiedere in alberghi di proprietà dello stato.


"Queste azioni assicureranno che i dollari americani non finanzieranno il regime cubano ma andranno direttamente al popolo cubano", ha detto il presidente durante una cerimonia alla Casa Bianca in onore dei reduci della Baia dei Porci, il fallito tentativo di invasione di Cuba dell'aprile del 1961.
Trump ha descritto le sue misure come parte dell'azione del sua amministrazione per "continuare a combattere l'oppressione dei comunisti". Alla cerimonia hanno partecipato 20 reduci della Brigata 2506, il gruppo sponsorizzato dalla Cia di esuli cubani protagonisti della fallita invasione.
In seguito il dipartimento del Tesoro e di Stato hanno annunciato una lista di 433 proprietà "possedute e controllate dal governo cubano o membri del partito comunista e le loro famiglie" alle quali sarà proibito per qualsiasi cittadino americano versare del denaro.
Nel suo discorso, Trump ha duramente attaccato lo storico accordo raggiunto da Barack Obama e Cuba definendolo "un debole, patetico, sbilanciato accordo con la dittatura di Castro che ha tradito il popolo cubano e arricchito il regime comunista. Io ho cancellato - ha concluso - la svendita di Obama e Biden al regime castrista".