Non hanno spento la sua voce. Navalny: "Ora respiro da solo"

Già ieri i medici tedeschi che lo hanno in cura da agosto avevano reso noto che il paziente era in grado di respirare in autonomia ed era libero di alzarsi dal letto per brevi periodi.

Navalny: "Ora respiro da solo"

Navalny: "Ora respiro da solo"

globalist 15 settembre 2020

"Ciao, sono Navalny. Mi mancate. Non riesco ancora a fare quasi nulla, ma ieri ho potuto respirare da solo tutto il giorno. Non ho usato nessun aiuto esterno. L'ho apprezzato molto. E' un processo sorprendente, sottovalutato da molti". E' il messaggio del dissidente russo Alexei Navalny, postato oggi su Instagram. Nella foto è ritratto nel suo letto all'ospedale Charité, a Berlino, dove è ricoverato in seguito ad un tentativo di avvelenamento, circondato dai suoi familiari e da una infermiera.


Già ieri i medici tedeschi che lo hanno in cura da agosto avevano reso noto che il paziente era in grado di respirare in autonomia ed era libero di alzarsi dal letto per brevi periodi.