Populismo sanitario: Duterte pronto a fare da cavia per il vaccino di Putin

Il discusso presidente filippino sostiene la Russia: Manila ha accettato l'offerta di Mosca a di partecipare ai test clinici e alla produzione.

Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine

Rodrigo Duterte, presidente delle Filippine

globalist 12 agosto 2020
Come chiamarlo se non populismo sanitario? Il presidente delle Filippine, Rodrigo Duterte (quello degli squadroni della morte e nototo per le sue volgarità) si è detto disponibile a fare da "cavia" per il vaccino russo 'Sputnik V'. Lo ha annunciato il suo portavoce Harry Roque, sottolineando che il presidente - noto per alcune dichiarazioni controverse - non stava scherzando.
Duterte, secondo il portavoce, ha spiegato di avere "enorme fiducia" negli sforzi russi per fermare i contagi. "Sarò il primo a sperimentare" il vaccino, ha detto il presidente, mentre Roque ha sostenuto che a causa della sua età avanzata "può sacrificare la sua vita per il popolo filippino".
Nonostante lo scetticismo degli esperti sul vaccino, Manila ha accettato l'offerta della Russia di partecipare ai test clinici e alla produzione. Oggi è in programma un incontro tra le autorità sanitarie filippine ed i rappresentanti della 'Gemaleya', l'azienda farmaceutica che ha sviluppato il vaccino.