Trump difende i medici negazionisti: "Gli Usa sono in larga parte liberi dal Coronavirus"

Da notare che la valutazione di Trump sull'andamento del contagio va contro quella fatta dalla sua stessa amministrazione.

Trump

Trump

globalist 29 luglio 2020
Nonostante il video sia stato rimosso da ogni piattaforma esistente per manifeste e pericolose bugie sul coronavirus, Donald Trump - che lo aveva condiviso - difende i medici che hanno sostenuto che gran parte degli Stati Uniti (dove al momento sono state superate le 150.000 vittime) è 'Covid-free': da notare che la valutazione di Trump sull'andamento del contagio va contro quella fatta dalla sua stessa amministrazione.
Trump ha poi sostenuto che "si può vedere che grandi aree del nostro Paese sono corona-free". In dati ai dati federali diffusi ieri, 21 stati sono in "zona rossa" con forte diffusione dei contagi, 28 in "zona gialla" e solo uno, il Vermont, in "zona verde".
Il presidente ha anche lamentato il fatto che i dirigenti sanitari del Paese, compreso il massimo responsabile per la lotta alle malattie infettive, il dottor Anthony S. Fauci,sono più popolari di lui. "Lui ha questo tasso di approvazione alto. Perchè io e l'amministrazione non abbiamo un tasso di approvazione alto, in relazione al virus?". "Hanno un'ottima reputazione, ma io non piaccio a nessuno" ha aggiunto "può essere solo la mia personalità".
Quando all'idrossiclorochina, bocciata per il trattamento del Covid-19 dall'autorità farmaceutica Usa, Trump ha detto che "succede che io pensi che funziona negli stadi iniziali" e "dal punto di vista della sicurezza, è sicura".