Il Regno Unito impone la quarantena per chi arriva: la Francia dichiara la reciprocità

Piccole scintille diplomatiche: Parigi aveva espresso 'rammarico' per la decisione britannica. E adesso ha deciso di rendere pan per focaccia

Coronavirus nel Regno Unito

Coronavirus nel Regno Unito

globalist 23 maggio 2020

Piccole scintille diplomatiche: la Francia ha confermato che introdurrà una quarantena di 14 giorni per tutti i visitatori provenienti dal Regno Unito, a partire dallo stesso giorno in cui lo stesso provvedimento - già annunciato da Londra - diventerà esecutivo in Gran Bretagna. Si tratta di una misura di "reciprocità" che, però, prevede una differenza tra i due Paesi. Quando entrerà in vigore, l'8 giugno, in Francia sarà richiesto ai visitatori dsi auto-isolarsi a casa.


Il governo britannico aveva fatto sapere che dall'8 giugno chiunque arrivi nel Regno Unito - in aereo, traghetto o treno - compresi gli stessi cittadini britannici, dovrà fornire alle autorità un indirizzo preciso dove trascorrere 14 giorni di quarantena.


Per i trasgressori della comunicazione, che è obbligatoria, è prevista una multa di 100 sterline, mentre a chi non si isola potrebbe essere comminata una sanzione fino a 1.000 sterline.


La Francia ieri aveva espresso rammarico per la decisione britannica. "Prendiamo atto della decisione del governo britannico e ce ne rammarichiamo", aveva reagito il ministero degli Interni francese commentando l’annuncio di Londra. "La Francia è pronta a mettere in atto una misura di reciprocità non appena il sistema entrerà effettivamente in vigore da parte britannica", aveva anticipato la stessa fonte.