La parabola del Regno Unito: dopo il 'niente misure' al lockdown fino alla fine di maggio

Lo ha dichiarato l'epidemiologo Neil Ferguson, consigliere del governo britannico: "Dobbiamo aspettare che i contagi diminuiscano"

Inghilterra

Inghilterra

globalist 4 aprile 2020
Dal 'niente misure' alla chiusura totale fino alla fine di maggio: il cambio di strategia del Regno Unito di Boris Johnson svela tutta la superficialità con cui il governo inglese ha approcciato la pandemia di Coronavirus. Nel paese, secondo quanto dichiarato da Neil Ferguson, epidemiologo e consigliere scientifico del governo di Sua Maestà, ci sono 38.168 contagi e 3.605 decessi. 
Secondo Ferguson prima di abbassare le misure di contenimento bisogna rallentare la diffusione del virus e avviare i test: "Vogliamo passare a una situazione in cui almeno alla fine di maggio possiamo passare a misure meno stringenti, più basate su tecnologia e test, rispetto al lockdown che abbiamo ora", ha detto Ferguson alla Bbc, aggiungendo però che "bisogna che i numeri diminuiscano" perchè "non possiamo farlo con tutti i contagi che abbiamo oggi".