In Germania un progetto per mappare le persone immuni al Coronavirus

Gli scienziati vogliono scoprire fino a che punto Sars-CoV-2 si è diffuso e quindi anche quante persone effettivamente siano decedute a causa della malattia.

Coronavirus

Coronavirus

globalist 30 marzo 2020
In Germania è in fase di preparazione un progetto per creare una mappa delle persone immuni al Coronavirus: lo annuncia il settimanale tedesco 'Der Spiegel' secondo il quale anche se il progetto non è ancora stato finalizzato, i ricercatori sperano di essere in grado da aprile di testare il sangue di oltre 100.000 soggetti alla ricerca degli anticorpi contro il patogeno Covid-19.
Gli scienziati vogliono scoprire fino a che punto Sars-CoV-2 si è diffuso e quindi anche quante persone effettivamente siano decedute a causa della malattia. I risultati dello studio renderanno più facile decidere quando riaprire le scuole e consentire lo svolgimento di grandi eventi. Se tutto va secondo i piani, i primi risultati saranno disponibili alla fine di aprile.
Lo studio sarà coordinato dall'epidemiologo Gérard Krause del Centro Helmholtz per la ricerca sulle infezioni di Braunschweig, dal Centro tedesco per la ricerca sulle infezioni, dai servizi di donazione di sangue, dallo studio NAKO Health Study, il Robert Koch Institute e l'Istituto di Virologia della Charité di Berlino.
I test attualmente disponibili a volte tracciano anche Coronavirus più blandi contro i quali il 90 per cento degli adulti sviluppa anticorpi. I ricercatori sperano in una procedura di test più accurata in due o tre mesi. Sarebbe quindi a quel punto possibile determinare in modo più affidabile se qualcuno è ancora a rischio di Sars-CoV-2 e può infettare gli altri o meno. Questo consentirebbe secondo i promotori dello studio di esentare - tramite veri e propri 'certificati' - le persone non più a rischio dalle restrizioni e in caso di determinasse un numero sufficiente di 'immuni' in una zona precisa di limitare le misure in quell'area contando su una raggiunta immunità di gregge.