Il coronavirus dilaga a New York e Cuomo accusa Trump: "Non ci fa arrivare i respiratori"

il governatore spiega che i contagi raddoppiano e critica il presidente che non usa i poteri di guerra per aumentare la produzione di respiratori

Il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo

Il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo

globalist 24 marzo 2020
"Quello che sta succedendo a New York, non è un fenomeno di New York, i numeri sono più alti perché è iniziato qui perché abbiamo più viaggiatori internazionali, perché c'è più densità urbana".
Lo ha detto il governatore Andrew Cuomo che poi ha aggiunto che "vedremo questo nelle comunità di tutta l'America, dove siamo noi oggi, voi sarete in tre, cinque o sei settimane, noi siamo il caso test".
Cuomo si è rivolto poi alle autorità federali dicendo "vi sto solo chiedendo di aiutare New York ad aiutare se stessa". Ed ha criticato l'agenzia delle emergenze federali, Fema, per aver inviato 400 respiratori quando lo stato ne ha bisogno di migliaia. "Fema dice stiamo inviando 400 ventilatori - ha detto - cosa me ne faccio di 400 quando ne ho bisogno di 30mila? Scegliete voi le 26mila persone che dovranno morire perché avete inviato solo 400 respiratori".
Il contagi dilagano a New York
l numero dei contagi a New York sta raddoppiando ogni tre giorni". E' quanto ha detto il governatore Andrew Cuomo in una conferenza stampa durante la quale ha precisato che i casi confermati sono almeno 25.665. Il governatore democratico ha aggiunto che si stima che saranno necessari 140mila posti letto, 40mila in terapia intensiva. Attualmente lo stato ne ha 53mila. "Rovescerò l'intero stato per avere i posti letto necessari, ma abbiamo bisogno di personale medico", ha aggiunto affermando che sta valutando di usare i 'dorm' delle università ed alberghi e di richiamare gli addetti sanitari in pensione.
Cuomo ha detto che il problema più urgente dello stato è la mancanza di respiratori, sottolineando di essere riuscito a procurarne 7mila ma di averne bisogno di almeno altri 30mila dal momento che "possono fare la differenza tra la vita e la morte" per alcuni pazienti.
Cuomo ha detto che gli ospedali dello stato stanno adottando anche procedure sperimentali come condividere i respiratori tra due pazienti, perché "non abbiamo alternative".
E poi ha attaccato Donald Trump accusandolo di non voler usare il Defense Production Act, la legge che dà il potere al governo federale di indirizzare e rafforzare la produzione industriale in tempi di guerra, per non aumentare la produzione locale di respiratori. "E' inspiegabile" perché il presidente non usi questi poteri per far arrivare i respiratori a New York, ha detto ancora il governatore dem secondo il quale il picco dell'epidemia non è stato ancora raggiunto e potrà essere raggiunto tra 14-21 giorni.