Medico italiano positivo al test: mille turisti messi in quarantena nell'hotel di Tenerife

Militari e forze dell'ordine impediscono alle persone presenti nell'hotel di uscire, così come al personale esterno di entrare nel complesso turistico.

Polizia spagnola a Tenerife

Polizia spagnola a Tenerife

globalist 25 febbraio 2020

Dopo che un medico italiano è risultato positivo al test sul coronavirus in un albergo di Tenerife, mille persone sono state messe in quarantena nell'hotel, l'H10 Costa Adejie Palace, nella località di Adejie (isola di Santa Cruz de Tenerife, Spagna).

Nell'albergo alloggiava proprio il medico italiano risultato positivo, scrive il giornale Diario de Avisos: militari e forze dell'ordine impediscono alle persone presenti nell'hotel di uscire, così come al personale esterno di entrare nel complesso turistico.
Il medico italiano è in buona salute e isolato nell'ospedale di Candelaria nella capitale di Tenerife, rende noto l'Efe che riferisce anche di fonti ufficiali che avrebbero confermato che i due familiari del medico che sono con lui sono stati sottoposti al test e risultati negativi: entrambi sono comunque tenuti in osservazione presso lo stesso ospedale.
L'uomo, proveniente dalla Lombardia, ieri si era recato in una clinica privata nel sud di Tenerife perché aveva la febbre.


Dopo il primo test risultato positivo è stato trasferito all'ospedale di Candelaria e sta aspettando un secondo risultato del National Center for Microbiology del Carlos III Health Institute, che dovrebbe arrivare in serata. Clienti e lavoratori dell'hotel dove ha soggiornato nel comune di Adeje sono sotto sorveglianza sanitaria.


Il resort ha informato i suoi clienti, secondo La Sexta, che l'hotel è sigillato e fino a quando le autorità sanitarie non daranno disposizioni contrarie devono rimanere nelle loro stanze.