Le spese pazze di Bloomberg: 7 milioni ogni giorno per la corsa alla Casa Bianca

Secondo i dati della Commissione elettorale federale l'ex sindaco di New York ha speso 5000 dollari al minuto solamente il mese scorso.

Bloomberg

Bloomberg

globalist 21 febbraio 2020

Tutto pur di diventare presidente. Non sta badando a spese infatti Michael Bloomberg per la sua campagna per le primarie del Partito Democratico americano.

Stando a quanto riferito dalla Nbc sulla base dei dati in possesso della Commissione elettorale federale relativi al mese di gennaio, il tycoon newyorkese sta infatti spendendo circa 7 milioni di dollari al giorno.


Lo scorso mese Bloomberg ha sborsato 220 milioni di dollari, corrispondenti a 5000 dollari al minuto. Otto milioni sono stati spesi solo per pagare lo staff.


Alla fine del mese scorso risultava che il budget rimanente in mano a chi si occupa della campagna era di 55 milioni di dollari, ma dall'entourage di Bloomberg hanno fatto sapere che non c’è un budget limitato per raggiungere il suo obiettivo.


L’ex sindaco della Grande Mela ha deciso di saltare le prime tornate elettorali, entrando in gioco solamente nei giorni scorsi. Durante il primo dibattito pubblico i rivali lo hanno attaccato frontalmente, accusandolo di non essere di non essere un vero esponente dei Democratici e ricordandogli come fatto soprattutto da Elizabeth Warren, le affermazioni sessiste e omofobe fatte in passato.