Open Arms: "Piove e fa freddo, cosa ne sarebbe stato di queste persone se li avessimo salvati?"

La Ong salva 44 migranti: "Sul posto era presente una motovedetta libica in atteggiamento ostile, i migranti sono tutti in stato di shock"

Un bambino a bordo della Open Arms

Un bambino a bordo della Open Arms

globalist 10 gennaio 2020
Dopo averli salvati, la Open Arms pubblica sul suo canale twitter un video che mostra la mattina dei migranti recuperati ieri con un'operazione complessa. E aggiunge: "Fuori piove e fa freddo. Che ne sarebbe stato di loro se il vecchio rimorchiatore non fosse stato nel #Med?"


È stata un'operazione molto complessa quella per salvare le 74 persone a bordo di un gommone alla deriva da due giorni: tra di loro donne, alcune incinta, bambini e neonati, tutti in stato di shock. Sul posto, informa la Ong, era presente una motovedetta libica con atteggiamento ostile. 
In precedenza la nave di Open Arms aveva soccorso, sempre al largo della Libia, 44 persone. I migranti, tutti uomini, erano a bordo di una piccola imbarcazione alla deriva da due giorni, in stato di ipotermia grave e in condizioni critiche. "Senza benzina, iniziavano a imbarcare acqua - si legge in un tweet della Ong - Dimenticati dalla Ue, ora sono in salvo a bordo".