La volgarità di Nigel Farage: "Con la Brexit finalmente usciamo da quel carcere delle nazioni che è l'Ue"

Il fautore della Brexit: "Le persone non vogliono più essere governate da burocrati senza volto come Michel e von der Leyen, noiosi come l'acqua stagnante".

Nigel Farage

Nigel Farage

globalist 18 dicembre 2019
Il responsabile della Brexit, il fautore del referendum che ha spaccato l'Unione Europea e ha consegnato il Regno Unito a tre anni di caos, l'eurodeputato euroscettico Nigel Farage sta gongolando per la vittoria schiacciante di Boris Johnson e per la risoluzione finale sulla Brexit: "Dopo tre anni e mezzo di delusione e disonestà noi finalmente lasceremo questo carcere di nazioni a fine gennaio, è stato detto che diventeremo un paese terzo, no, diventeremo un paese indipendente e autonomo". 
"Le persone non vogliono più essere governate da burocrati senza volto come Michel e von der Leyen, noiosi come l'acqua stagnante, ed è una grande notizia il fatto che in Polonia la maggior parte dei polacchi starebbero meglio fuori dall'Ue - ha aggiunto -, la Brexit è l'inizio della fine di questo progetto, ma sogno un insieme di paesi sovrani che lavorano insieme ma senza ricevere ordini dall'alto".