Un vulcano erutta in Nuova Zelanda durante una visita guidata: tutti e 50 gli escursionisti morti

Lʼeruzione improvvisa è avvenuta mentre un gruppo di un centinaio di turisti era in visita al cratere di Whakaari/White Island.

Il vulcano di Whakaari/White Island

Il vulcano di Whakaari/White Island

globalist 9 dicembre 2019

La polizia non crede che vi siano sopravvissuti sull'isola White Island a seguito della violenta eruzione del vulcano Whakaari, in Nuova Zelanda. E' quanto si legge sul sito delle forze dell'ordine: "Non sono stati riscontrati fino a questo punto segnali di vita, sulla base delle informazioni che abbiamo non crediamo vi siano sopravvissuti". In precedenza la polizia aveva stimato che vi fossero ancora almeno 10 persone disperse del gruppo di una cinquantina di turisti che si trovavano sull'isola al momento dell'eruzione.

La polizia ha reso noto ancora che sta "lavorando con sollecitudine per confermare il numero esatto delle persone morte, oltre alle 5 vittime già confermate". Sul luogo - in Nuova Zelanda ora è già martedì - è arrivata una nave della Marina Militare che farà alzare in volo droni e altri strumenti di ricognizione per valutare la situazione nell'isola che, al momento, è stata considerata troppo pericolosa per far ritornare le squadre dei soccorritori. Per quanto riguarda le nazionalità delle vittime, la polizia ritiene che vi siano sia cittadini neozelandesi che turisti stranieri, tra i quali "un numero di passeggeri della nave da crociera 'Ovation of the Seas'".