Erdogan fa arrestare quattro sindache curde con il pretesto del terrorismo

In manette le prime cittadine di 4 municipalità del sud-est del Paese a maggioranza curda, insieme a 20 dipendenti comunali. Sono dell'Hdp, unica forza contraria all'invasione del Rojava

Hatice Çevik, la sindaca di Sucur arrestata da Erdogan

Hatice Çevik, la sindaca di Sucur arrestata da Erdogan

globalist 15 novembre 2019

Bavaglio e repressione. O, ovviamente, discriminazione delle minoranze: ci sono stati nuovi arresti in Turchia di sindaci del partito filo-curdo Hdp, l'unico presente in Parlamento a essersi opposto all'offensiva militare decisa dal governo di Recep Tayyip Erdogan nel nord della Siria.
In manette sono finite stamani le prime cittadine di 4 municipalità del sud-est del Paese a maggioranza curda, insieme a 20 dipendenti comunali, con accuse di "terrorismo" per un presunto sostegno al Pkk.
Tra queste c’è la sindaca di Suruc, località simbolo al confine con la Siria perché si trova sulla sponda opposta di Kobane ed è stata teatro nel luglio 2015 di un grave attacco terroristico attribuito all'Isis contro un gruppo di giovani impegnati in attività di solidarietà con i curdi.


Le arrestate sono: Mülkiye Esmez, sindaca di Derik, Hatice Çevik, sindaca diSuruç, Nalan Özaydın, sindaca di Mazıdağı, Gülistan Öncü, sindaca di Savur.
Il mese scorso, dopo essere stati destituiti dalla carica, erano stati arrestati i sindaci delle tre maggiori città curde della Turchia, compresa la 'capitale' Diyarbakir.