Top

La minoranza incalza il sindaco di destra di Verona: "Denunci gli ultras razzisti"

Mentre la maggioranza vorrebbe azioni legali contro Balotelli e contro chi parla del razzismo veronese, ora si chiedono provvedimenti contro chi inneggia Hitler

Striscioni del Verona con la S che ha la stessa grafia nazista delle Ss
Striscioni del Verona con la S che ha la stessa grafia nazista delle Ss

globalist

5 Novembre 2019 - 13.36


Preroll

La maggioranza di destra se la prende con Balotelli, ignorando che nella tifoseria del Verona ci sono fascisti e perfino nazisti e che il loro capo è un dirigente fascista di Forza Nuova che solo l’altro ieri negava che Balotelli potesse essere del tutto italiano, rivendicando il razzismo in manifestazioni.

OutStream Desktop
Top right Mobile


Il tutto mentre gli ultras hanno spesso detto “«Siamo una squadra a forma di svastica, che bello se ci allena Rudolf Hess», oppure. “Chi ci ha regalato questa festa ha un nome e un cognome: Adolf Hitler!»
Ma nel consiglio comunale di Verona c’è anche chi la pensa diversamente: “Una mozione per tutelare l’immagine di Verona”: a proporla è il consigliere comunale di minoranza e leader di Traguardi Verona, Tommaso Ferrari. “Gli episodi di intolleranza legati all’ambiente di alcuni tifosi dell’Hellas – viene spiegato nella mozione – sono stati innumerevoli nel corso della sua storia e passati agli onori della cronaca ledendo l’immagine di una intera collettività sportiva e cittadina”.
“Verona – continua la mozione – non merita di dover subire l’etichetta di città intollerante e razzista a causa di una sparuta ma rumorosa minoranza della sua tifoseria. Con la mozione chiediamo a sindaco e giunta di promuovere azioni legali contro episodi che nulla hanno a che vedere con lo sport e che macchiano irrimediabilmente l’immagine di una Verona che punta ad essere, e deve essere, faro di una città multiculturale e accogliente”, aggiunge Ferrari.
“Se qualcuno parla di complotto contro i veronesi, noi, restando con i piedi per terra, esortiamo l’amministrazione a fermare con azioni dal profilo legale i veri autori di questa campagna di diffamazione, coloro – conclude il documento – che usano i colori della città per esprimere messaggi di odio e di intolleranza”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage