Top

I paradossi di Trump: "Chi ha denunciato il mio tradimento è un traditore"

Trump: "Chi si comporta da spia meriterebbe di essere punito per tradimento, come in passato"

Donald Trump
Donald Trump

globalist

26 Settembre 2019 - 17.31


Preroll

Trump non si smentisce mai: nonostante sia con le spalle al muro e le prove conro di lui siano schiaccianti, nonostante sia stato accusato persino dal capo dell’Intelligence che ha apertamente parlato di tradimento, lui continua imperterrito a rigirare la frittata. E adesso accusa chi lo ha accusato di essere delle spie. Un dato di fatto, visto che è risaputo che la talpa che ha denunciato la telefonata di Trump al Presidente Ucraino è un membro dell’Intelligence statunitense. Una spia, per l’appunto. Ma dirlo, usare quella parola (‘spy’), connotarla del significato negativo da film di James Bond, puntare sull’impressionabilità dell’elettorato, queste sono le armi di Trump. Che non era tanto schifiltoso quando ha chiesto a Zelensky di indagare segretamente su Joe Biden. Di fare, cioè, un lavoro da spia. 
Ma Trump non si ferma qua: “Chi si comporta da spia meriterebbe di essere punito per tradimento, come in passato”. Cioè la stessa cosa di cui è accusato lui.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile