Top

Il Papa: "Insensato separare i popoli e negare ospitalità a chi ne ha bisogno"

Il messaggio di Francesco all'Incontro Internazionale di Preghiera per la Pace, promosso dalla Comunità di sant'Egidio

Papa Francesco a Lampedusa sei anni fa
Papa Francesco a Lampedusa sei anni fa

globalist

15 Settembre 2019 - 16.29


Preroll

Parole sagge e piene di verità, come sempre: “È insensato, nella prospettiva del bene dei popoli e del mondo, chiudere gli spazi, separare i popoli, anzi contrapporre gli uni agli altri, negare ospitalità a chi ne ha bisogno e alle loro famiglie”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo afferma il Papa in un messaggio all’Incontro Internazionale di Preghiera per la Pace, promosso dalla Comunità di sant’Egidio. “In questo modo si fa ‘a pezzi’ il mondo, usando la stessa violenza con cui si rovina l’ambiente e si danneggia la casa comune, che chiede invece amore, cura, rispetto, così come l’umanità invoca pace e fraternità”.
Ha aggiunto Francesco: “In questi primi due decenni del XXI secolo abbiamo, purtroppo, assistito, con enorme tristezza, allo spreco di quel dono di Dio che è la pace, dilapidato con nuove guerre e con la costruzione di nuovi muri e nuove barriere”.
“La pace – sottolinea il pontefice – va continuamente incrementata di generazione in generazione con il dialogo, l’incontro e la trattativa. È insensato, nella prospettiva del bene dei popoli e del mondo, chiudere gli spazi, separare i popoli, anzi contrapporre gli uni agli altri, negare ospitalità a chi ne ha bisogno e alle loro famiglie. In questo modo si fa “a pezzi” il mondo, usando la stessa violenza con cui si rovina l’ambiente e si danneggia la casa comune, che chiede invece amore, cura, rispetto, così come l’umanità invoca pace e fraternità. La casa comune non sopporta muri che separano e, ancor meno, che contrappongono coloro che la abitano. Ha bisogno piuttosto di porte aperte che aiutino a comunicare, a incontrarsi, a cooperare per vivere assieme nella pace, rispettando le diversità e stringendo vincoli di responsabilità. La pace è come una casa dalle molte dimore che tutti siamo chiamati ad abitare. La pace è senza frontiere. Sempre, senza eccezioni”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage