Top

Dilaga l'estrema destra antidemocratica e antisemita in Germania, ma (per fortuna) nessun sorpasso

"I risultati nelle elezioni in Sassonia e in Brandeburgo fanno paura. E' scioccante che un partito come l'Afd, di destra radicale, antidemocratica, antisemita, abbia risultati cosi' forti".

Manifestazione Afd
Manifestazione Afd

globalist

2 Settembre 2019 - 07.29


Preroll

I cristiano-democratici (Cdu) della   cancelliera Angela Merkel si confermano con il 32,1% primo partito   alle elezioni regionali in Sassonia, seppure in calo del 7,3% rispetto  al 2014. Seconda forza è l’Alternative fur Deutschland (Afd), partito   di estrema destra che sale al 27,5% dal 9,7% di cinque anni fa.       
A scrutinio terminato, Die Linke (La Sinistra) ottiene il 10,4%,   davanti ai Verdi che raccolgono l’8,6% dei consensi. Crolla l’Spd: il   partito di centro-sinistra ottiene il 7,7%, il peggior risultato di   sempre alle elezioni in Sassonia, mentre i liberali dell’Fdp non   superano lo sbarramento del 5%.          
“I risultati nelle elezioni in Sassonia e in Brandeburgo fanno paura. E’ scioccante che un partito come l’Afd, che è apertamente di destra radicale, antidemocratica e che molto spesso si mostra anche come antisemita, abbia risultati cosi’ forti”. Lo afferma Charlotte Knobloch, presidente della comunita’ israelitica di Monaco, ex presidente del Consiglio centrale ebraico tedesco e fino al 2010 vicepresidente del Congresso ebraico europeo.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage